“Agnes Browne mamma” – GDL 111°

di Brendan O’Carroll

17 novembre 2015

Ieri sera erano diciotto i lettori presenti in biblioteca a commentare il libro letto: “Agnes Browne mamma” scritto nel 1994 dall’irlandese Brendan O’Carroll
Il romanzo ha riscosso un quasi unanime caloroso gradimento per la leggerezza e ironia con cui l’autore ha trattato la storia di Agnes, giovane vedova con sette figli a carico, che può essere considerata una tipica rappresentante del proletariato urbano irlandese della metà del ‘900.copertina
Grande l’apprezzamento per la descrizione delle figure femminili che sono risultate delle vere eroine, così come per l’autore, figlio minore di undici fratelli, che dichiara di avere grande riconoscenza per le figure fe

Brendan O'Carroll
Brendan O’Carroll

mminili che hanno circondato la sua infanzia. La povertà economica della società descritta è compensata da una grande ricchezza di sentimenti e solidarietà tra amiche, compagni di lavoro, gestori di pub… e di tutto il quartiere.
L’opera è stata molto apprezzata, inoltre, per la sua capacità di raccontare la gente d’Irlanda, l’orgoglio dei ragazzi e il fortissimo senso di appartenenza che li unisce e chi gli conferisce grande dignità e forza.
Graditissima la lettura anche per la sua comicità, ricordiamo infatti che Brendan O’Carroll, autore, attore, regista, sceneggiatore e commediografo, è uno dei più celebri showmen irlandesi, la sua carriera è stata un susseguirsi di trionfi: dall’acclamato programma radiofonico Mrs Browne Boys fino ai grandi successi teatrali e alla fama internazionale regalatagli dal film La storia di Agnes Browne, tratto dal primo libro della serie che è l’oggetto del nostro incontro.
Poche e isolate le voci contrarie che non si sono lasciate coinvolgere dallo spirito irlandese, ma hanno soprattutto percepito una buona narrazione costruita per ottenere un buon prodotto commerciale e la storia stessa basata sullo stereotipo irlandese, la birra e l’orgoglio equivalenti alla nostra pizza e furberia.


Il prossimo incontro del gruppo di lettura in biblioteca è previsto per lunedì 14 dicembre 2015 ore 20,45 e ci confronteremo sulla lettura di ”Stirpe”dell’autore di origine sarda Marcello Fois.


Chi fosse interessato può chiedere in biblioteca o telefonare allo 051940064 o scrivere a
[email protected]

One Comment on “Agnes Browne mamma” – GDL 111°

  1. 1. Voto: 8
    2. Scrittura: semplice, moderna, veloce.
    3. Racconto: ESILARANTE, divertente, però con una sottostante vena drammatica e di affetto.
    La forza delle donne.
    Bella la scena del funerale con i ritardi di tutti e 3 i cortei funebri che si accavallano al cimitero: infarto del prete, rottura dell’auto, l’ultimo puntuale come la morte. Alla fine Agnes nello scambio delle salme crede che il marito abbia avuto l’amante.
    “… a 400 metri di distanza il vero Rosso Browne veniva sepolto davanti ad appena 4 uomini. Com’era giusto, erano tutti baristi del pub di Foley”.
    Altra scena fantastica Cathy e le sue mutande, con un tempismo micidiale riesce a cambiarsele a casa e tornare a scuola in tempo. Alla fine la madre le vendica il taglio della frangetta e colpisce la suora che, da vera arpia, fa arrestare Agnes. Un processo farsa la salva.
    Alcune scene sono molto divertenti, ma altre sono veramente forti, la morte di Marion, il fortissimo legame tra lei ed Agnes, i figli legati alla madre, non provano quasi dolore di fronte alla morte del pessimo padre che ha sempre picchiato la madre, ma non ha mai alzato un dito sui ragazzi.
    La famiglia proletaria che ce la fa nonostante tutto e tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*