“Il passato è una terra straniera” – GDL 133°

di Gianrico Carofiglio

Martedì 10 ottobre 2017

Quindici i lettori che ieri sera si sono incontrati in biblioteca per confrontarsi sulla lettura comune di “Il passato è una terra straniera” di Gianrico Carofiglio.
A tutti la scrittura è risultata piacevole, scorrevole, mai superficiale; una semplicità apparente, ma difficile da ottenere, anche se, alcune lettrici, hanno percepito un certo fastidioso “snobismo” e altri, con un certo fastidio, hanno avvertito lo sforzo dell’autore che ha voluto nutrire il romanzo delle le proprie esperienze professionali.
È stata molto apprezzata la capacità di Carofiglio di delineare a tutto tondo non solo le figure principali del romanzo, ma anche quelle apparentemente secondarie.
Diversi lettori hanno particolarmente apprezzato l’evolversi psicologico dei personaggi e dei loro comportamenti.
Altri hanno commentato che il romanzo è solo apparentemente un “giallo”, e che il genere è in realtà solo un pretesto per affrontare altri temi. E’ stato sottolineato come il titolo stesso dell’opera racchiuda in sé un forte significato, indica come il Passato…, inteso come il proprio passato, possa sembrarci lontano e estraneo.


I commenti e la discussione che ne è seguita, si sono focalizzati su alcuni dei passaggi presenti nella trama:
– quello delle dipendenze, un tema presente e fondamentale, dal gioco d’azzardo, dall’adrenalina dell’avventura; agli amici seducenti e apparentemente forti, capaci di manipolare i più deboli;. è stato riproposto il parallelo con le icone sempre attuali di Pinocchio e Lucignolo.
– Il tema della fragile linea che separa il bene dal male, l’acuta osservazione e descrizione dell’evolversi dei comportamenti psicotici dei personaggi.
– la possibilità o meglio, l’impossibilità dei genitori di intervenire negli sbandamenti dei figli…,
In un colpo di scena dell’ultimo momento, una lettrice ha proposto una diversa interpretazione del finale… lasciandoci tutti nel fragile dubbio … , ora solo l’autore potrebbe dipanare il nostro sgomento!


Segnalo il film :


Il prossimo incontro del gruppo di lettura in biblioteca è previsto per martedì 7 novembre 2017 ore 20,45 ci confronteremo sulla lettura del romanzo “Quo vadis baby” e di altre opere dell’artista bolognese Grazia Verasani che incontreremo il 16 novembre a Bologna, presso la biblioteca Luigi Spina del Quartiere Pilastro.


Chi fosse interessato può chiedere in biblioteca o telefonare allo 051940064 o scrivere a
[email protected]
Visitate la pagina facebook
https://www.facebook.com/Gruppo-di-Lettura-Castel-San-Pietro-Terme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*