“La testa perduta di Damasceno Monteiro” – GDL 143°

di Antonio Tabucchi

Martedì 4 settembre 2018

Sedici i lettori che ieri sera, nonostante la sagra paesana, si sono incontrati in biblioteca per commentare la lettura di “La testa perduta di Damasceno Monteiro” di Antonio Tabucchi.
Tutti i lettori sono stati concordi nel giudicarlo un falso giallo, infatti l’autore apparentemente utilizza questo genere, ma il suo intento è quello di raccontarci un fatto di cronaca giudiziario, realmente accaduto in Portogallo nel 1996 e attraverso la letteratura renderlo universale.
I lettori hanno constatato come purtroppo il fattaccio sia simile ad a casi recentemente accaduti anche in Italia.
Sono stati individuati vari temi sociali come quello dell’emarginazione, dell’abuso poliziesco, della tortura, … ma anche quelli della solidarietà della condivisione, della generosità e dell’amicizia fraterna.


Molti hanno dichiarato che sarà un libro che sicuramente consiglieranno!
Per tutti, indiscutibilmente, il personaggio che maggiormente ha catturato le simpatie è quello del grosso avvocato, collocato tra un Nero Wolfe del diritto, ostinatamente fissato su quella che lui chiama la Grande Norma Giuridica, e un Don Chisciotte votato alla difesa degli oppressi.
Alcuni lettori hanno evidenziato come questa opera di Tabucchi prosegua il pensiero iniziato con il suo precedente romanzo “Sostiene Pereira” che è sempre ambientato in Portogallo, e dove si chiede al protagonista di partecipare attivamente per sollevare il Paese dalla dittatura, in questo romanzo invece è il sistema democratico stesso che va costantemente sostenuto, ridefinito, riscritto e difeso…
Alcuni lettori hanno dichiarato di averlo letto e purtroppo … dimenticato, e questo li ha indotti a pensare che non sia una narrazione potente e indelebile…

Antonio Tabucchi
Antonio Tabucchi

Il prossimo incontro del gruppo di lettura in biblioteca è previsto per martedì 9 ottobre 2018 ore 20,45 e commenteremo la lettura dell’impegnativo testo del francese Michel Tournier: “Il re degli ontani” premio Goncourt 1970.


Chi fosse interessato può chiedere in biblioteca o telefonare allo 051940064 o scrivere a
[email protected]
Visitate la pagina facebook
https://www.facebook.com/Gruppo-di-Lettura-Castel-San-Pietro-Terme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*