“Crocevia” – GDL 161°

di Mario Vargas Llosa

Martedì 13 ottobre 2020

11 i lettori che si sono distanziatamente incontrati in biblioteca per commentare la lettura del libro del 2016 dello scrittore peruviano Mario Vargas Llosa “Crocevia”.copertina Mario Vargas Llosa -Crocevia
Per tutti la lettura è stata agevole e piacevole
Alcuni hanno trovato difficoltoso e faticoso leggere il capitolo intitolato “turbinìo”.. in cui lo scrittore si è divertito a incrociare le frasi dei personaggi mischiando e inanellando le parole…
In Crocevia confluiscono gli assi portanti della vita letteraria di Vargas Llosa: l’analisi del giornalismo, il Perù, il potere, l’ipocrisia, l’erotismo e la libertà.
Alcuni hanno dato il giusto valore alla denuncia che lo scrittore fa del potere dei giornali di diffamare a piacimento…. le persone… magari su suggerimento del dittatore o del politico di turno…
Un romanzo erotico e politico, una riflessione tagliente e provocatoria sull’informazione, sul potere che sfrutta a fini politici gli istinti viscerali della popolazione facendo leva sul moralismo e la facile indignazione.fotografia Mario Vargas Llosa
Questo gioco del fango mediatico è ben presente e conosciuto tuttora anche da noi……
Altri hanno ritenuto che i temi fossero stati trattati molto superficialmente… e quasi delusi dalla semplificazione a cui l’autore, famoso per il suo impegno sociale, è approdato…
Per altri lettori invece la leggerezza era solamente apparente e finalizzata a rendere piacevole la lettura pur divulgando alcuni pesanti momenti della storia del Perù.


Il prossimo incontro del gruppo di lettura in biblioteca è previsto per martedì 24 novembre 2020 ore 20,45: leggeremo “Onora il padre. Quarto comandamento” di Giancarlo de Cataldo.

Chi fosse interessato può chiedere in biblioteca, telefonare allo 051940064 o scrivere a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*