“Rossovermiglio” – GDL 164°

di Benedetta Cibrario

Martedì 20 luglio 2021

15 i lettori che si sono distanziatamente incontrati in biblioteca per commentare la lettura del libro “Rossovermiglio”, opera prima di Benedetta Cibrario con cui nel 2008 vinse il premio Campiello.

Il romanzo ha riscosso quasi unanime gradimento, soprattutto lo stile è stato molto apprezzato.copertina Rossovermiglio

Il titolo allude al vino che la protagonista produce nelle zone Chianti, offendo così il pretesto per descriverci una bellissima collina toscana vista con gli occhi della protagonista che la percorre cavalcando i suoi amati cavalli, simbolo di libertà e selvaggia trasgressione.

Molti hanno apprezzato che il romanzo sia snodato in lungo arco di tempo che accompagna tutta la vita della protagonista, dai primo del Novecento fino ai giorni nostri, e con lei il cambiamento e l’evoluzione delle consuetudini, la morale, gli stili di vita..

L’autrice ha saputo magistralmente utilizzare continui flashback che sono stati apprezzati da molti, ma che per altri restano sempre un po’ difficoltosi da seguire…

Foro dell'autrice Benedetta Cibrario
L’autrice Benedetta Cibrario

I lettori hanno apprezzato la trama narrativa, che è stata giudicata una storia di grande fascino, soprattutto nelle descrizioni delle raffinatezze fin de siècle a cui la protagonista era stata abituata da generazioni, piombata poi nel dramma della guerra, dei rastrellamenti, delle rappresaglie sui civili.

Il finale … a sorpresa… ha fatto molto discutere i lettori, infatti, la protagonista si troverà nelle ultime, intense pagine del romanzo, a dover fare i conti con una vita di cui, ahimè, si rende conto di non essere mai stata padrona: le sue scelte, che le erano sembrate coraggiose e alternative, si rivelano illusorie e la convincono che in realtà è stata manipolata e illusa da altri che hanno lavorato segretamente alle sue spalle.

 


Il prossimo incontro del gruppo di lettura in biblioteca è previsto per martedì 24 agosto 2021 ore 20,45: leggeremo L’affaire Moro di Leonardo Sciascia.

Chi fosse interessato può chiedere in biblioteca, telefonare allo 051940064 o scrivere a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*